×

Attenzione

Can't load Google maps without an API key. More information can be found in our documentation at joomla.digital-peak.com.

AbraCalàbra - Festival dei pensieri e delle pratiche educative - I edizione - Partenze e restanze

Data
05.31.2019 9:00 am - 9:00 pm
Ubicazione
Soverato

Descrizione

 

 

  

AbraCalàbra

Festival dei pensieri e delle pratiche educative

  

I edizione

Partenze e restanze

 

Soverato (Catanzaro) • Venerdì 31 maggio 2019

 

COMUNICATO STAMPA

 

LOCANDINA

  

Programma

 

 

Teatro Comunale di Soverato

 

Ore 9.00

Interventi di

Ernesto Alecci, Sindaco di Soverato ● Rosa Fiore, direttore dell’Istituto universitario Pratesi ● Nicolò Pisanu, direttore dell’Istituto universitario Progetto Uomo.

 

Ai partecipanti sarà consegnato un foglio con la richiesta di indicare i motivi per i quali vorrebbero partire o restare. I fogli saranno ritirati al termine della lezione e commentati dopo la proiezione dei cortometraggi.

 

Ore 9.15

Lettura

Leonardo Sciascia

Il lungo viaggio

 

Un viaggio di emigrazione verso le Americhe, costoso e lungamente atteso, si traduce in beffa. La nave che deve trasportare le persone nel nuovo mondo imbarca di notte, in tutta fretta, resta per settimane in mare e “scarica” i migranti in un luogo che assomiglia in tutto e per tutto a quello di partenza. Un racconto magistrale sulla speranza e la crudeltà.

 

Ore 9.45

Lezione

Giacomo Panizza

Fare valigie al contrario

 

In molti luoghi del nostro Paese la mentalità mafiosa si insinua nel modo di pensare comune e costringe molte persone a cercare vita e fortuna altrove. È la mentalità dei boss, delle donne di mafia e dei giovani in carriera nelle cosche, ma anche quella che si respira nelle relazioni, nelle parole e nei silenzi delle città. In particolare, l’educazione dei giovani criminali, allenati a collocare in secondo piano i sentimenti e l’amicizia, avviene sul campo sulla base di una vera e propria «pedagogia mafiosa» che si può contrastare solo con un’educazione alternativa.

Giacomo Panizza, prete bresciano che vive in Calabria da oltre trent’anni, ha fondato nel 1976 a Lamezia Terme la comunità «Progetto Sud». È nel mirino delle cosche dal 2002 per essere stato testimone di giustizia contro un clan mafioso. Da allora vive sotto protezione. Tra le sue pubblicazioni recenti: Cattivi maestri. La sfida educativa alla mentalità mafiosa (EDB).

 

10.15

Proiezione

Schermi mobili

Selezione di cortometraggi da Edu Short Festival

A cura di Donato Robustella, educatore e regista (Istituto Universitario Progetto Uomo)

 

Ore 10.45

Testimonianza

Partire o restare?

Mariateresa Muraca, docente di Pedagogia all’Università di Verona, commenta ciò che hanno scritto i partecipanti e racconta la propria esperienza.

 

Ore 11.15

Lettura

La restanza

Lettura per tre voci e chitarra

A cura degli studenti dell’Istituto universitario Pratesi

 

Un uomo, rimasto in Calabria con i figli, scrive una lunga lettera alla moglie, che ha ottenuto una cattedra in una città del nord e rientra a casa solo di rado. I sentimenti, le emozioni, la rabbia, la tenerezza si intrecciano in questo testo che osserva il fenomeno migratorio dal punto di osservazione di chi resta o è costretto a restare. Il testo è il risultato di un lavoro collettivo svolto dagli studenti dell’Istituto universitario Pratesi nel corso dell’anno accademico in corso.

 

 

 

 

Borgo di Soverato Superiore o, in caso di pioggia, nella Chiesa di Maria Santissima Addolorata

 

Ore 18

Saluto di

Mario Oscar Llanos, decano della Facoltà di Scienze dell’educazione dell’Università Pontificia Salesiana

 

Ore 18.10

Lezione

Vito Teti

Erranza e restanza. Per un nuovo senso dei luoghi.

 

Restare sembra l’antitesi del viaggiare, del mettersi in discussione, della disponibilità al disordine, alla scoperta, all’incontro. Eppure l’avventura del restare – la fatica, l’asprezza, la bellezza, l’etica della “restanza” – non è meno decisiva e fondante dell’avventura del viaggiare. Le due esperienze sono complementari e per questo vanno colte e narrate insieme.

Vito Teti è professore di Antropologia culturale all’Università della Calabria, dove ha fondato e dirige il Centro di Antropologie e Letterature del Mediterraneo. Tra le sue pubblicazioni Pietre di pane. Un’antropologia del restare (Quodlibet).

 

Ore 18.40

Lettura

Corrado Alvaro

I regali

 

Due emigrati all’estero mettono da parte i soldi per tornare in paese, acquistare un campo e portare regali ai familiari e agli amici. Ma al ritorno scoprono che i bambini sono cresciuti e gli adulti invecchiati e i doni si rivelano inadeguati perché la vita è andata inesorabilmente avanti. Un racconto dolce e impietoso del grande scrittore calabrese sull’effetto di distorsione provocato dalla distanza.

 

Ore 19.00

Lezione

Goffredo Fofi

Una pedagogia per i tempi dell’attesa

 

C’è una pedagogia per i tempi di pace, una pedagogia per i tempi di guerra e una pedagogia per i tempi dell’attesa. C’è uno sguardo educativo per le situazioni ordinarie e uno per quelle extra-ordinarie. E spesso, nella condizione non sempre ordinaria di chi parte e di chi resta, le uniche soluzioni possibili sono studiare, fare rete e continuare a trovare la forza di indignarsi.

Goffredo Fofi ha collaborato alle lotte di Danilo Dolci in Sicilia a fianco dei disoccupati e contro la mafia e a Napoli è stato tra i fondatori della Mensa dei bambini proletari. Ha contribuito alla nascita di riviste come Linea d’ombra, Lo straniero e Gli asini, di cui è direttore. Collabora con il quotidiano Avvenire e la rivista Internazionale.

 

 

Ore 19.30

Lettura con aperitivo

José Saramago

Il racconto dell’Isola sconosciuta

 

Un uomo ottiene dal re una caravella per partire alla ricerca di un’isola sconosciuta, che ancora non compare sulle carte geografiche. Alla ricerca si unisce la donna delle pulizie del palazzo del re. Un’incantevole favola d’amore, magistralmente sospesa tra realtà e sogno.

 

Dalle 18 alle 19.30

Letture per bambini

a cura della libreria L’Incontro

 

Banchetto informativo dell’Istituto Universitario Pratesi

 

 

Enti promotori

Istituto Universitario Pratesi

Istituto Salesiano Sant’ Antonio di Padova

Comune di Soverato

Istituto Universitario Progetto Uomo

Centro Calabrese di Solidarietà

Ce.Re.So.

Partner

Banca Credito Cooperativo Montepaone

 

 

Informazioni sulla località

Soverato

Paese
italia
Provincia
Catanzaro
Città
Soverato 88068
© 2018 isitutouniversitariopratesi AGENZIA FORMATIVA "DANILO DOLCI" C.F.: CTLPTR55A02H224R