METODOLOGIA DEL TIROCINIO I

 Prof. Luciano Squillaci/ Maria Angela Ambrogio

Finalità e obiettivi formativi

Il primo anno lo studente sarà accompagnato, attraverso un costante interscambio tra esperienza pratica (tirocinio) e attività d’aula, a rileggere l’attività sul campo attraverso una riflessione metodologica e contenutistica.


Argomenti del corso

Conoscenza di base del profilo professionale dell’educatore – definizione degli ambiti di attività ed impegno professionale – conoscenza della normativa di riferimento del Terzo Settore e della Pubblica Amministrazione – principi e metodi di osservazione

Lo studente dovrà arrivare ad essere in grado di:

Conoscere l’organizzazione generale dell’ente presso il quale sta svolgendo tirocinio e la legislazione relativa al suo ambito di appartenenza (socio assistenziale – socio sanitario).

Riconoscere e ricostruire la mappa organizzativa del servizio-progetto (utenza, modalità di accesso, tipologia di risposta, ecc.)

Osservare e analizzare il proprio agire quotidiano in relazione all’utenza e alle altre figure professionali.

 

Metodologia didattica

Supervisione

Attraverso colloqui individuali, incontri di gruppo, lettura del diario e del dossier, tenendo conto delle relazioni/valutazioni dei tutor, il supervisore guida, verifica, monitorizza e sostiene lo studente:

-           nella graduale conoscenza dell’Ente in cui va inserendosi e della legislazione relativa al suo ambito di tirocinio;

-           nella ricostruzione della mappa organizzativa del servizio – progetto (utenza, modalità di accesso, tipologia di risposta, ecc.) in cui sta inserendosi;

-           nella osservazione del proprio agire quotidiano in relazione all’utenza e alle altre figure professionali con cui gradualmente viene a incontrarsi;

-           nella capacità di parlare delle dinamiche relazionali ed educative per farne oggetto di riflessione e di confronto;

-           nella capacità di dare e ricevere dei feedback dal/al tutor, dal/al supervisore e dai/ai colleghi di corso;

-           nella capacità di trarre profitto dalle osservazioni e dagli aiuti che riceve dal tutor, dal supervisore, dal docente di metodi e tecniche e dagli altri Docenti del Corso.

 

Testi di studio

Agli studenti verranno fornite indicazioni su testi di riferimento, slide utilizzate nelle lezioni, articoli e ricerche specifiche.

  

Verifica di profitto

L’esame si svolgerà attraverso un questionario a risposte multiple.

La valutazione terrà contro della partecipazione attiva alle lezioni, dell’esito della supervisione e delle competenze acquisite.

 

Altre informazioni

Variazioni o integrazioni al programma saranno comunicate durante le lezioni.



© 2018 isitutouniversitariopratesi AGENZIA FORMATIVA "DANILO DOLCI" C.F.: CTLPTR55A02H224R