TEORIE E TECNICHE DELLA DINAMICA DI GRUPPO

 Prof. Raffaele Mastromarino

Finalità e obiettivi formativi

 Insegnare come gestire i gruppi allo scopo di fornire delle competenze agli operatori in campo socio educativo per prevenire il disagio psicologico e promuovere il benessere e la salute degli individui

Obiettivi:

A livello contenutistico:  fornire le competenze di base per gestire i gruppi, in modo particolare i gruppi di formazione, che hanno come scopo la crescita dei loro membri sia a livello personale che professionale

A livello di processo fornire delle competenze che permettono lo sviluppo del sé dei partecipanti

 

Argomenti del corso

  1. La teoria dei gruppi Sviluppo storico della dinamica di gruppo. Diversi significati della dinamica di gruppo. Definizione di gruppo. I primi studi sulla dinamica di gruppo. I diversi modi di studiare i gruppi. I motivi per cui si formano i gruppi. I metodi di ricerca nella dinamica di gruppo. La formazione e lo sviluppo dei gruppi. I fattori terapeutici del gruppo. Il sociogramma di Moreno. Il modello nella pratica dei gruppi di lavoro e del lavoro di gruppo proposto da Quaglino, Casagrande e Castellano Le competenze per gestire e facilitare i processi di gruppo.
  2. Interventi per creare e mantenere un clima facilitante l’apprendimento e la crescita personale: Il gruppo di formazione come sviluppo del sé e come esperienza di crescita professionale e personale. Realizzazione di una dinamica di gruppo per facilitare la conoscenza reciproca e promuovere l’apprendimento. Sequenza e regole per gestire una dinamica di gruppo. La definizione del setting di gruppo e gli interventi per un buon funzionamento del gruppo. Osservazione e analisi delle dinamiche di gruppo. Procedura da seguire quando si incontrano difficoltà nella gestione di un gruppo
  3. Le competenze comunicative, il modello dello sviluppo delle relazioni umane di Gazda e la gestione delle emozioni
  4. Le abilità del leader efficace per ben interagire in un gruppo: Stili di leadership. La risoluzione dei problemi e la capacità di prendere le decisioni. La gestione dei conflitti.
  5. Le competenze per trasmettere in modo efficace i contenuti: I principi del metodo didattico.
  6. Le competenze legate al benessere psicologico del formatore: Saper dare e ricevere riconoscimenti. Prendersi cura di sé per prevenire e gestire lo stress. Avere un proprio quadro di valori su cui fondare il proprio intervento.
  7. Esemplificazione di un progetto intervento con un gruppo di adolescenti,e un itinerario per geneitori

 

Metodologia didattica

Lezioni teoriche frontali con l'ausilio di slide, Partecipazione attiva, Modellamento, La meta comunicazione, La sequenza del microteaching L’attuazione delle diverse fasi del processo di insegnamento per stimolare un apprendimento significativo

 

Testi di studio

Mastromarino R., La gestione dei gruppi. Le competenze per gestire e facilitare i processi di gruppo. (Milano, Franco Angeli 2013).

 

Altri testi consigliati

Brown R., Psicologia Sociale dei Gruppi (Bologna, Il Mulino 2003)

Gazda M.G., Sviluppo delle relazioni umane: un manuale per educatori. (Roma, IFREP 1991)

Mastromario R. Genitori e figli: Crescere insieme. (Trento: Erikson 2018)

Quaglino G.P.-Casagrande S.-Castellano A., Gruppi di lavoro e lavoro di gruppo (Milano, Cortina 1992);

Scilligo P., Gruppi di incontro (Roma, IFREP 1992

 

Verifica di profitto

Esame scritto in aula al termine del corso.

 

Altre informazioni

Variazioni o integrazioni al programma saranno comunicate durante le lezioni.



© 2018 isitutouniversitariopratesi AGENZIA FORMATIVA "DANILO DOLCI" C.F.: CTLPTR55A02H224R